sostituzione plexiglass honda cbr xx

sostituzione plexiglass

sostituzione plexiglass

Honda CBR 1100 XX Superblackbird

Sostituire il plexiglass alla moto e’ una operazione relativamente semplice, ma si deve fare attenzione ad alcuni particolari, per un risultato in linea con le aspettative.

E’ necessario comprare i gommini nuovi: ce ne sono 4. Sono bussole di ottone filettate con un gommino flangiato intorno.

Quando stringi il bullone la gomma si espande e fa diventare le parti un tutt’uno.

La gomma svolge una funzione ammortizzante per smorzare le vibrazioni e non avere pressione eccessiva che potrebbe spaccare il plexiglass.

Ricambio originale cod. 90111-KW3-003 “dado fissaggio cappottatura”. 5€ l’uno, ne sono 4. Numero 23 nell’esploso.

Il manuale in inglese della versione 2001 ne parla alle pagine da 2-3 a 2-13,

Le figure fanno vedere come funzionano i diversi attacchi.

Il plexiglass è fissato da 6 perni (numero 21 nell’esploso):

  • due perni in basso uniscono plexiglass e carena cupolino, con dado/gommino;
  • due perni al centro uniscono plexiglass, carena cupolino e telaietto di metallo, con dado/gommino;
  • due perni in alto uniscono plexiglass, carena cupolino e copertura in plastica nera che va ai lati del quadro strumenti, con dado flangiato tutto metallico.

Per lavorare bisogna smontare:

  • entrambi gli specchietti; vanno svitati i due perni, sganciato il connettore elettrico e sfilato completamente lo specchietto;
  • le coperture nere ai lati del quadro strumenti, sono due semi-gusci. E’ un po’ laborioso farli uscire, ma piegandoli delicatamente vengono fuori.

Abbiamo smontato anche, ma non serviva:

  • coperture nere in plastica ai fianchi del serbatoio;
  • parte laterale destra della carena.

Se smontassimo più parti della carena e del quadro strumenti per lavorare comodi sarebbe tutto più facile, ma smontare è noioso e ovunque smonti c’è il rischio di rovinare qualcosa degli attacchi.

Le parti della carena verniciate e le coperture nere sono fissate con due tipi di attacchi:

  • rivetti in plastica apribili, Honda li chiama “fermaglio fissamento pannello” codice 91549-MW0-790ZA, un pacco da 10 costa 39€; sono in plastica nera, si infilano nel buco e rimane all’esterno un piolino alto circa 6mm; se lo premi dentro, si blocca; se lo tiri fuori, si sblocca e lo puoi sfilare tutto; se hanno 20 anni facilmente si rompono, conviene averne una scorta per sostituirli man mano che si rompono;
  • viti con testa a bottone in acciaio di varie misure, da smontare con chiave a brugola.

Una volta tolte le viti con testa a bottone, i gommini vecchi sono piuttosto rognosi da togliere, rimangono incastrati; conviene spingerli giù usando il bullone ancora mezzo avvitato dentro e poi finire di svitare. Piuttosto difficile prenderli senza farli cadere nella carena inferiore: abbiamo usato delle pinzette con un po’ di pasta adesiva sulle punte (una specie di gomma da masticare appiccicosa).

Altrettanto rognoso mettere in sede i gommini nuovi: mentre i due bassi entrano agevolmente nei fori del plexiglass entrando dall’alto, invece quelli alti (che vanno nel foro centrale del plexiglass) entrano con difficoltà, il foro è giusto giusto; li infiliamo da sotto, piegando la flangia di gomma per farla entrare entrare nel foro. Stando agli schemi Honda dovremmo avere anche 6 “collarini” metallici, credo siano rondelle con una piccola cannuccia…nella mia moto mancano, e per ora ne facciamo a meno.

Il rimontaggio di viti e fermagli è abbastanza banale, bisogna solo ricordarsi di metterli tutti.

Le parti possono essere viste (e comprate) su siti rivolti ai privati come https://www.bike-parts-honda.it/

Lascia una risposta